grazie - Asla sez di Pordenone

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Eccoci qui, oggi Domenica 26 novembre, guardando le montagne innevate dal mio balcone di casa, situazione apparentemente normale e scontata, da chi sta bene come me e tante altre persone, ma consapevole che ne esistono tante altre, impossibilitate a farlo perché costrette a letto, immobili, prigioniere del proprio corpo, che darebbero tutto per poter guardare quel cielo dall'inarrivabile balcone.
Il mio pensiero oggi va a loro, a Piera da lassù e Elesorriso che ieri ha toccato il cuore di tutti chiamando a gran voce dal suo apparente silenzio, l'anima solidale e altruista che c'è in noi.
Frisanco staffetta 6x1 presenti tutti, 600 atleti, oltre 1000 persone al seguito, più di 90 squadre, bambini, ragazzi,  nonni e nonne,  amici a 4 zampe, atleti formidabili, amatori, camminatori, ciclisti senza bike in versione podisti, e tante donne di corsa a dimostrare la loro grande tenacia e determinazione oltre al cuore solidale.
Una location unica straordinaria da togliere il fiato, un Borgo incantato che ti abbraccia ti coinvolge ti contagia con le persone del luogo che ti preparano tutto, che ti coccolano,  che puliscono i loro cortili dai sassolini, dal muschio depositato dalle piogge, per non farti scivolare quando corri, che ti preparano i presepi e mentre corri arricchisci l'animo natalizio.
Ambienti e spogliatoi riscaldati, sala comodissima per poter mangiare in comodità, le prelibatezze preparate proprio per l'evento, tali da soddisfare anche il palato oltre che l'anima.
Il gruppo di Valcolvera, la Pro Loco, l' Amministrazione comunale, Sindaco, Assessori, Croce Rossa, Spectra di Fabio Bernardon, il fotografo Dazzan Stefano, i magnifici Blade Runners, la società Graphistudio, l'azienda Dolomia, il gruppo Asla e tutti i singoli volontari, che si sono adoperati per questa specifica festa.
Personalmente ritengo questo evento il top a livello nazionale e non mi riferisco dal punto di vista agonistico, ma dalla totale consapevolezza che ogni persona che vi partecipa, si fonde con la causa.
Questa staffetta carica di valori non solo all'atleta, ma impegna socialmente tutti noi, insegnandoci a rispettare il prossimo e le disabilità e ci fa riflettere sul dono della vita e alla gioia e fortuna di essere sani, stimolandoci a lottare per dare una speranza agli ammalati.
Vedere bambini sotto la pioggia che sfrecciano sulla linea del traguardo, sostenuti dalle urla dei loro compagni di squadra, dalle mamme preoccupate per il freddo, dai papa' che per l'occasione corrono assieme a loro e per quell'ora si sentono più bambini dei loro figli, attendendo con ansia il cambio per buttarsi a capofitto su una rigenerante birra fresca!!!! ( i bambini te' caldo).....
Qualche bambino mi chiede se puo' modificare con la penna, il suo nome nella classifica,  perché partito dopo, gioendo della sua vittoria di batteria e vedere il suo sguardo brillare mi fa commuovere.
A loro dobbiamo la nostra voglia di vivere, a loro dobbiamo questa intensità di vita, a loro dobbiamo credere, a loro dobbiamo la semplicità, a loro dobbiamo la nostra crescita, ecco, dovessimo sembrare a qualcuno, dovremmo sembrare a dei bambini, per lo spirito, per la sincerità, per gli sguardi intensi e per Il modo in cui vedono la vita.
I malati di Sla  ci conoscono e ci vogliono bene e ieri anche se c'era il diluvio costante, erano certi della nostra presenza e così è stato.
Come annunciato da me ancora tempo fa e confermato ieri poco prima della partenza, il ricavato della staffetta, sarà donato ad Eleonora Carlon malata di Sla, mamma di 44 anni con un figlio di 4, serviranno come supporto economico per lavori speciali all'interno di casa, per ausili medici e un mezzo di trasporto speciale, dato l' aggravarsi della malattia.
Abbiamo raccolto oltre i 5.000 €uro che darò direttamente ad Eleonora e ne  verranno sommati altri raccolti in una mia serata personale  informativa sulla Sla.
Un sogno che si  sta avverando, un sole che non si spegne mai, 1200 gambe che  battono un ritmo solidale su un Borgo unico e paradisiaco, lasciano un'impronta indelebile di speranza.
Fuck Sla sempre per Elesorriso e tanti altri malati, assicurandovi che noi ci saremo, sempre!
Con affetto gioia e stima, dico Grazie a tutti voi, perché con voi...SI PUÒ FARE!
Michele Roveredo
 
Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu